© 2017 by Anna Ronca created with Wix.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

  • Lannaronca

Caponata


La prima volta che ho mangiato la caponata ho percepito un mix di profumi, colori e sapori di una terra splendida, la Sicilia che io purtroppo non ho mai visitato. Mi hanno raccontato che di provincia in provincia, ma anche di famiglia in famiglia, in Sicilia ognuno ha la sua ricetta perfetta: con o senza uva passa, con o senza concentrato... basta spostarsi di qualche metro per scoprire una caponata sempre diversa.

Io vi posto la ricetta che mi ha dato Giuseppe, un simpatico cuoco che mette tanta passione nel suo lavoro e che me l'ha fatta assaggiare per la prima volta. È talmente buona che ormai per me la caponata è questa!


Ingredienti

  • 1 kg di melanzane

  • 1 peperone rosso

  • 1 peperone giallo

  • 400 g di sedano

  • 250 g di cipolle bianche

  • 200 g di pomodori ramati

  • 200 g di olive verdi in salamoia da denocciolare

  • 50 g di capperi sotto sale dissalati

  • 50 g di pinoli

  • 60 g di zucchero

  • 60 g di aceto di vino bianco

  • Basilico q.b.

  • 40 g di concentrato di pomodoro

  • Olio extravergine d'oliva q.b.

  • Sale fino q.b.


Preparazione

Per realizzare la caponata per prima cosa pulire e affettare finemente la cipolla, spuntare il sedano e prima di tagliarlo a rondelle, pelare le coste più grandi con il pelapatate. Dividere a metà le olive verdi ed eliminate il nocciolo interno. Passare poi ai peperoni: passarli sulla griglia e, quando sono anneriti, spellarli, eliminare picciolo, semi e filamenti e tagliarli a striscioline sottilissime.

Preparare le melanzane: spellarle, tagliarle a cubetti, salarle e lasciarle riposare mezz’ora in un passino perché perdano un po’ della loro acqua di vegetazione. Quindi asciugarle e friggerle in abbondante olio caldissimo. Una volta che saranno dorate, scolarle con la schiumarola, metterele a scolare su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e tenere da parte. Tagliare a cubetti anche i pomodori.

Scaldare una padella e tostare i pinoli per pochi minuti finché non saranno dorati.

In un tegame ampio versare un generoso giro di olio di oliva, scaldarlo e poi versare la cipolla che andrà soffritta per bene finchè non sarà appassita, quindi aggiungere il sedano; lasciare rosolare anche questo e poi unite i capperi, le olive, i pinoli tostati e i pomodori.

Fare rosolare qualche istante, poi coprire con il coperchio e cuocere a fiamma dolce per 15-20 minuti. Intanto preparate la salsa agrodolce: in una caraffina versare l’aceto, il concentrato di pomodoro e lo zucchero. Mescolare per bene e, una volta trascorsi i 15-20 minuti di cottura, salare e versare la salsa nel tegame. Mescolare, alzare la fiamma e mescolare fino a quando non sarà evaporato il sentore di aceto. Spegnere la fiamma, aggiungere le melanzane e i peperoni cotti in precedenza e e profumare con il basilico. Mescolare ancora per bene il tutto, trasferire la caponata in una pirofila e metterla in frigo poiché la particolarità della caponata è che va servita fredda oppure a temperatura ambiente: il giorno dopo sarà ancora più buona!

#Contorni

41 visualizzazioni

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Conosci l'altra mia pagina FACEBOOK? No? Allora vai a vederla!

  • Youtube
  • Instagram Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon