top of page
  • Immagine del redattoreLannaronca

Fritole venete

Aggiornamento: 20 mar 2019



Fritole venete

Un altro classico del Carnevale, nella versione di casa mia: sono "e fritoe", le frittelle, originarie di Venezia, che si preparano in tutto il Veneto. Veramente molti usano la farina di mais, ma mia madre usava la polenta già fatta e avanzata del giorno prima e così io continuo a farle, perchè sono molto buone! Ne preparo sempre in abbondanza, non so com'è, ma spariscono in un attimo! Un consiglio: servitele ancora tiepide, sono squisite.

Ingredienti

  • 400 g di polenta fredda

  • 3 bicchieri di latte

  • 1 presa di sale

  • 1 hg di uvetta

  • 1 hg di pinoli

  • la buccia di un limone non trattato grattuggiata

  • 4 uova

  • 4 cucchiai di zucchero

  • 1 bicchierino di rum (o una fialetta) o di grappa

  • 1 bustina di lievito vanigliato

  • farina bianca qb

  • olio di arachide o strutto per friggere

Preparazione

Mettere subito l’uvetta a rinvenire in acqua tiepida e poi in una terrina schiacciare la polenta con una forchetta e stemperarla con il latte, strizzare bene l’uvetta e aggiungerla al composto e poi di seguito uno alla volta tutti gli altri ingredienti, mescolando energicamente e a lungo. Coprire e mettere la terrina in un luogo fresco e lasciarla riposare per tutta la notte.

Il giorno dopo rimescolare nuovamente e friggere in abbondante olio o strutto aiutandosi con un cucchiaino. Se si fanno delle fritole troppo grandi potrebbero rimanere crude all’interno. Quando hanno preso un bel colore dorato, scolarle e farle asciugare su un foglio di carta da cucina. Finché sono ancora calde aggiungere lo zucchero, la mamma, che non aveva mai lo zucchero a velo, le rotolava nello zucchero semolato. Che bontà soprattutto ancora calde!


24 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Conosci l'altra mia pagina FACEBOOK? No? Allora vai a vederla!

bottom of page