top of page
  • Immagine del redattoreLannaronca

Tris di tartare di pesce

Aggiornamento: 20 mar 2019


Perfetta per una cena estiva, come antipasto o secondo, anche per una grande occasione, con erbe profumate è un piacere per il palato ed ha un meraviglioso sapore.

A meno che non amiate il crudo o il pesce, in questo caso ditemi "Come fate?! Io non potrei vivere senza!

Ingredienti per la tartare di tonno

  • 300 g circa di tonno fresco in tranci

  • la scorza grattugiata di un'arancia non trattata

  • 2 rametti di finocchietto selvatico + quello che serve per guarnire

  • qualche seme di finocchio pestato nel mortaio (facoltativo)

  • olio, sale e pepe q.b.

Ingredienti per la tartare di pesce spada

  • 300 g circa di pesce spada in tranci

  • 150 g circa di pomodori pachino

  • 2/3 g di capperi

  • 2/3 foglioline di basilico + quello che serve per guarnire

  • in sostituzione si può usare la maggiorana

  • la scorza grattugiata di un limone non trattato

  • Olio, sale e pepe q.b.

Ingredienti per la tartare di salmone

  • 300 g circa di salmone in tranci

  • 1 cipollotto fresco

  • qualche filo di erba cipollina + quello che serve per guarnire

Preparazione

Procurarsi del pesce molto fresco e porlo per almeno 96 ore nel freezer di casa.

Questa procedura è indispensabile per distruggere ogni presenza di parassiti, in particolare di anisakidosi, presente in numerose specie marine. In alternativa acquistare del pesce crudo già abbattuto.

Pulire i filetti di pesce, togliendo lische e pelle, quando è necessario, tagliarli prima a striscioline e poi a piccoli cubetti. Condirli separatamente in base agli ingredienti proposti e con un coppapasta da 6 cm formare le tartare direttamente sui piatti di servizio. Aggiungere il pepe macinato al momento e le erbe per guarnire.

Come trattare i pomodorini da mettere nella tartare di pesce spada

Fare una croce con il coltello sul fondo dei pomodorini, tuffarli in acqua bollente per pochi secondi, scolarli e pelarli. Tagliarli in quattro parti, togliere i semi e ridurli in dadini. Conservarli coperti d’olio fino al momento di usarli.


3.408 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Conosci l'altra mia pagina FACEBOOK? No? Allora vai a vederla!

bottom of page