• Lannaronca

Friggione romagnolo (il fricò della mamma)



In casa mia ho sempre sentito parlare di Fricò, la nonna era romagnola e la mamma aveva preso da lei molti termini e abitudini alimentari, ma non sapevo assolutamente cosa fosse il friggione finchè non sono venuta ad abitare a Bologna.

Diciamo che il Fricò è un parente del friggione bolognese e il suo nome significa frigolare, soffriggere. Infatti per prepararlo bisogna soffriggere, peperoni, melanzane, cipolle, zucchine e sposare il tutto con il pomodoro fresco. Si usa come contorno di accompagnamento a carne o pesce, si può condire la pasta, ma è anche buonissimo con squacquerone e piadina.


La mamma ci metteva una mattinata intera per prepararlo e friggeva proprio le verdure, terminando con una bella padellata di patate fritte. Certo è che questo contorno era sì gustosissimo, ma un po' pesante da digerire, ma allora noi eravamo giovani e "digerivamo anche i sassi".

Io, nel corso degli anni, ho fatto alcune modifiche e ho tolto completamente le patate, spero di aver raggiunto un buon compromesso tra gusto e salute. Provate!


Ingredienti

  • 4 belle cipolle grandi (io uso le tropea)

  • 3 melanzane oblunghe

  • 4 zucchine

  • 2/3 peperoni

  • 4, 5 pomodori maturi o una scatola di pelati

  • olio extravergine di oliva

  • Sale e pepe


Preparazione

Tagliare le verdure a tocchetti non troppo piccoli e ripassarle in padella con poco olio una alla volta, separatamente, per rispettare i diversi tempi di cottura. Lasciarle al "dente" cioè un po' croccanti e poi sistemarle nelle loro ciotole. Le cipolle, che io taglio a tocchi e non a fette sottili, vanno fatte stufare lentamente e non fritte. Usate le cipolle che volete, io preferisco le rosse di tropea, ma se volete un sapore più forte ci sono le bianche o le dorate. A questo punto versare tutte le verdure in una padella capiente, aggiungere il pomodoro fresco, precedentemente pelato e tagliato a cubetti, salare, pepare e finire di cuocere, a fuoco basso senza disfare le verdure che devono mantenere la loro individualità. Ricordate non è una salsa, ma un contorno di verdure.

Io lo faccio qualche ora prima di portarlo a tavola, lo lascio riposare, mi piace pensare che così i diversi sapori si fondono per formare un piatto squisito. Buon appetito!



57 visualizzazioni

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Conosci l'altra mia pagina FACEBOOK? No? Allora vai a vederla!

© 2017 by Anna Ronca created with Wix.com

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

  • Youtube
  • Instagram Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon